logo

Metodologia di Ricerca

 


 

PER PARTECIPARE

Contatti

Anche il tuo contributo è importante, 
la ricerca ha bisogno di te.

Vuoi partecipare? 
Contattaci per ulteriori informazioni.

La ricerca prevede:

  • il reclutamento di due campioni:
  • un campione di controllo di gestanti sane e dei loro partner;
  • un campione clinico composto da donne che ricevono una diagnosi di tumore nel corso della gravidanza o che hanno già concluso l’iter oncologico e decidono di avere una gravidanza e dai loro rispettivi partner.
  • due tempi/fasi:

Sviluppo ricerca di gravidanza e cancro

È stato messo a punto un disegno di ricerca longitudinale-breve e sono stati adottati diversi strumenti:

  • due batterie di questionari (una nel T1 e una nel T2);
  • un’intervista semi-strutturata che indaga le rappresentazioni materne e paterne durante la gestazione;
  • una procedura osservativa semi-strutturata della relazione mamma-bambino (in T2), cioè si chiede alle neomamme di acconsentire a fare una breve videoregistrazione della loro interazione con il figlio.
  • infine, viene chiesto alle donne in gravidanza di effettuare un prelievo ematico e uno urinario per la rilevazione dei livelli di cortisolo (il cosiddetto ormone dello stress).

Attraverso tutti questi strumenti la ricerca mira a valutare i livelli:

T1 - Ultimo trimestre di gravidanza

  • Attaccamento prenatale
  • Sintomatologia post-traumatica
  • Centralità dell'evento (gravidanza e cancro)
  • Resilienza

T1 e T2 - In entambe le fasi

  • Qualità della vita
  • Rappresentazione di caregiving
  • Livelli dell'umore
  • Supporto sociale percepito
  • Depressione perinale

T2 - Terzo mese di vita del bambino

  • Stress genitoriale